13 febbraio 2016

L’ALLEVAMENTO

L' Allevamento di Valmadrera nasce dalla passione sportiva di Piero Alquati che, ancora sedicenne, conquista con un cane da lui accresciuto, Rudock dellla Meta, il CAC, assegnato da un Giudice tedesco all'Esposizione Internazionale di Milano, allora di gran rilievo cinotecnico. Seguono i primi successi in Germania. Nel 1963, con un femmina di allevamento italiano, Lella dell'Alta Quercia, ottiene il 3° posto alla Siegerschau di Mannheim.

Poi, Giudice il Presidente SV Christoph Rummel, con Amor di Valmadrera nel 1971 conquista il 5° eccellente: un risultato che, per molti anni, rimane il miglior piazzamento di un soggetto italiano al Campionato d'Allevamento tedesco. Un piazzamento che per molti degli attuali allevatori più prestigiosi rappresentava un sogno irrealizzabile. Seguono poi affermazioni assolute in ambito nazionale sia con singoli soggetti, quanto con gruppi dell'Allevamento di Valmadrera ed altrettanti in ambito internazionale, sempre con Giudici tedeschi.

Nel 1971 diviene proprietario e gestore di Quanto von der Wienerau che si afferma come il miglior riproduttore di tutti i tempi. Questa breve cronistoria vuol solo essere la testimonianza di una passione innata per la razza non dettata, come usualmente, dagli ambiti successi economici che possono derivare dal suo sfruttamento. A riprova di tanto entusiasmo, ancor oggi le prove di lavoro, cui debbono sottostare i soggetti allevati, sono condotte personalmente da Piero ed Alessandro Alquati. Gratificato dai successi agonistici, l'Allevamento di Valmadrera ha maturato la propria filosofia selettiva rivolta alla creazione di soggetti di punta rifiutando il principio che i soggetti di scarto, derivati da accoppiamenti eclatanti rivolti solo ad ottenere soggetti di successo, siano usualmente ceduti agli appassionati della razza.

L'Allevamento di Valmadrera, attraverso una produzione qualitativa, tiene conto della buona tipicità, del carattere equilibrato ed intelligente, uniti all'intento di ottenere una comprovata scarsa incidenza della presenza della displasia delle anche, della lussazione congenita dei gomiti e delle carenze più evidenti. L' Allevamento ha istituito la tradizione di una giornata settimanale dedicata alla socializzazione dei cani ceduti agli appassionati della razza. In queste sedute la preparazione è seguita da apposito personale specializzato che impartisce suggerimenti sia per i neofiti, quanto per chi vuol addentrarsi nell'addestramento agonistico.

A completamento delle esigenze dell'appassionato cinofilo, l'Allevamento di Valmadrera mette a disposizione, tramite il proprio fornito Pet Shop, mangimi ed un'ampia gamma  di articoli cinotecnici specifici per la razza oltre ad indumenti tecnici contraddistinti con il logo che rappresenta la testa di Quanto v.d. Wienerau.